Cerca
  • Lara

Nadia 28 anni

Ciao mi chiamo Nadia ho 28 anni sono di origine calabrese, ma per motivi di lavoro nel 2015 mi sono trasferita al nord Italia.

Inizialmente mi prendevo cura di una bimba e un giorno ho deciso di portarla al parco.

In quell’occasione ho fatto amicizia con una signora che si era seduta vicino a me e mi ha offerto un altro lavoro, prestare dei servizi a casa sua e ho accettato volentieri.

Qualche giorno dopo nel paese c’era una festa e avevano allestito delle bancarelle così io e il mio attuale marito abbiamo deciso di fare una passeggiata.

Su una bancarella cattura la mi attenzione una Bibbia e inizio a fare diversi pensieri: da sempre mi ero considerata una fedele cattolica, frequentavo la messa, ero catechista e facevo parte del coro della chiesa eppure, non avevo una Bibbia.

Per di più avevo smesso di frequentare perché mi sentivo nel torto a seguito della decisione di andare a convivere.

Volevo tornare in chiesa, ma trasferirmi in Lombardia voleva dire non avere più la mia chiesa, quella nella quale ero cresciuta e questo mi frenava.

Comprata la Bibbia inizio a leggerla veramente, e più leggevo più si distruggeva tutto ciò che avevo sempre fatto.

In particolare il capitolo in deuteronomio dove parla dei 10 comandamenti, quando sottolinea di non avere altri dei all’infuori di Lui, non creare sculture o immagine alcuna e non prostrarsi davanti a loro, perché Dio è un Dio geloso.

Riflettevo e ricordavo tutte quelle volte che mi ero prostrata davanti alle varie statue della chiesa, così oltre alla convivenza, iniziavo a sentire un nuovo peso dentro di me, ossia che avevo e stavo disubbidendo ad altri comandamenti.

Durante le mie ricerche e riflessioni, riesco a mettermi d’accordo con la signora del parco per andare da lei. Quel giorno entro in casa sua e noto che in giro per casa aveva al muro dei versetti della Bibbia, inutile dire che la mia curiosità cresce a dismisura e non posso far altro che porre domande a quella signora confessandole anche che mi ero messa a leggere la Bibbia proprio in quel periodo.

La sua era una fede evangelica ed era bello chiacchierare con lei.

Non so come e nemmeno quando, ma mi innamoro di Gesù e lo accetto veramente nella mia vita cambiandola del tutto.

Tutto quello in cui credevo prima in un secondo crollò e accorgendomi degli errori commessi era come se qualcuno dentro di me avesse acceso la luce.

Mi chiedevo come fosse possibile che io riuscissi a capire determinate cose e la mia famiglia invece era cieca, a volte mi arrabbiavo con Gesù perché desideravo davvero che si rivelasse alla vita di ogni persona come aveva fatto con me, questo a volte mi portava a pensare che stessi capendo io male, ma il Signore non manca mai di rispondere e un giorno mette davanti a me un versetto in Giovanni 15:16 non siete voi che avete scelto me ma sono io che ho scelto voi.

Mi sono sentita proprio come quei discepoli, una sua amata scelta per andare a portare la Sua parola.

Per questo voglio lasciarti oggi la mia testimonianza, ricorda che se fai entrare Gesù nella tua vita scoprirai che non c’è cosa più bella, così bella che vorresti che tutti facessero la stessa identica cosa.


Dio ti benedica!

166 visualizzazioni

©2019 di Pillole di fede. Creato con Wix.com